Vertebroplastica e Cifoplastica

Trattamento del dolore vertebrale causato da fratture vertebrali osteoporotiche, post-traumatiche o secondarie a patologie neoplastiche

La vertebroplastica è una tecnica usata come trattamento delle fratture vertebrali post-traumatiche o patologiche (causate da osteoporosi o malattie oncologiche).

In genere si indica nei pazienti che lamentano dolore vertebrale intrattabile dopo 6 settimane dal trauma ed in cui non sia necessario eseguire un’artrodesi vertebrale. In questo senso la cifoplastica è considerata una terapia antalgica.

Nei casi oncologici o quando vi è un dubbio diagnostico sulla natura della frattura è indicata con step successivo alla raccolta di un campione bioptico dalla vertebra.

L’intervento viene eseguito in anestesia locale e il chirurgo è guidato dalla fluoroscopia intraoperatoria. Si posizionano uno o due aghi nel corpo della vertebra. Si procede quindi alla raccolta di un frustolo osseo da inviare per esame istologico.

Si inserisce un palloncino che si gonfia a livello della parte mediana del corpo vertebrale. Tale manovra ha il compito di compattare i frammenti ossei e di creare uno spazio che verrá riempito con cemento biocompatibile (cifoplastica). Si inietta quindi il cemento che dará nuovamente stabilitá alla vertebra riducendo il dolore.

Il paziente sará in grado di camminare autonomamente 2 ore dopo la procedura e, dopo poche ore di osservazione sará dimesso.

Hai domande o vuoi prenotare una visita neurochirurgica?

Non esitare a contattarci e a porre i tuoi quesiti. La nostra segreteria e la nostra equipe sono a tua disposizione.

Torna su